Bolina stretta nel mare cinese – Volvo Ocean Race
2439
post-template-default,single,single-post,postid-2439,single-format-standard,bridge-core-3.0.5,qode-page-transition-enabled,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-theme-ver-29.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-7.7.2,vc_responsive

Bolina stretta nel mare cinese – Volvo Ocean Race

Bolina stretta nel mare cinese – Volvo Ocean Race

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=7taj5XUxG7Q&feature=player_embedded]

Oggi 22 febbraio dopo le tempeste con venti oltre i 40 nodi e onde di 5 metri il mare ha messo a dura prova gli equipaggi. La direzione verso lo stretto di Luzon fa navigare i concorrenti in un mare tra i più pericolosi.

Le isobare così ravvicinate mostrate sulle carte isobariche indicano che venti importanti influenzano notevolmente la gara.

Le barche lasceranno le isole Salomone e le Vanuatu a dritta e le isole Figi a sinistra per puntare sulle Auckland.

C’è stata una svolta in questa giornata di competizione oceanica, determinata dalla strategia di Camper che si è posizionata in testa sorpassando Telefonica. ABU DHABI

sulla sua scia la inseguono:

Sanya, Abu Dabhi, Groupama, Telefonica e Puma

Pierstefano Vernaschi
info@navigareinamicizia.com

Pillole autobiografiche: Biologo, fotografo, scrittore, velista, motociclista, paracadutista, amante della vita e della bellezza, della natura e della donna, della pace, del rispetto, dell'onore, della coerenza, del lavoro, del mondo, della creatività, della gentilezza, dell'onestà... e naturalmente della VELA

No Comments

Post A Comment