RETIFICO IL POST Mai più sulla Tirrenia Bithia/Janas (scuse al Sig. Onorato)
2961
post-template-default,single,single-post,postid-2961,single-format-standard,bridge-core-3.0.5,qode-page-transition-enabled,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-theme-ver-29.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-7.7.2,vc_responsive

RETIFICO IL POST Mai più sulla Tirrenia Bithia/Janas (scuse al Sig. Onorato)

RETIFICO IL POST Mai più sulla Tirrenia Bithia/Janas (scuse al Sig. Onorato)

FORMULO UFFICIALMENTE LE MIE SCUSE AL SIG. ONORATO CHE HO CITATO INGIUSTAMENTE IN QUESTO POST ED AL QUALE AVEVO ATTRIBUITO LA TITOLARITA’ DELLA NAVE BITHIA. CIO’ E’ SCATURITO IMPROPRIAMENTE DA UNA ERRATA INFORMAZIONE RICEVUTA.  COLGO L’OCCASIONE PER SALUTARE CORDIALMENTE IL SIG. ONORATO!

RIMANE INVECE SEMPRE INVARIATA LA MIA DENUNCIA DI INSODDISFAZIONE NEI CONFRONTI DELLA COMPAGNIA TIRRENIA SULLA ROTTA GENOVA-PORTO TORRES.

COSI’ AVEVO SCRITTO …..

..La prego sig. Onorato, dal momento che è diventato il titolare delle navi Tirrenia ( se non erro) cerchi di rendere il soggiorno degli ospiti degno di ciò che deve essere riservato a coloro che pagano profumatamente l’imbarco per il trasferimento sulla tratta Genova Porto Torres e ritorno. Mi riferisco alla nave BITHIA, JANAS.

Io personalmente denuncio questa vergogna e sono nei miei pieni diritti di farlo in qualità di consumatore e utilizzatore dei servizi da lei forniti.

E’ assolutamente necessario che venga presentata questa lamentela per salvaguardare i diritti dei consumatori.

Non sono accettabili quelle condizioni che mostro nelle fotografie, in pochi esempi, e mi chiedo a  cosa si assisterebbe visitando le cucine e la cambusa, come pure il ristorante che non ho avuto il coraggio di frequentare, ma che lo avrei fatto  volentieri.

E’ quantomeno ridicolo ascoltare gli annunci di invito dal personale incaricato per accedere al self service o al ristorante  quando si assiste ad un tale indecoroso scandalo.

Mi sono sentito infastidico, umiliato e imbrogliato nella mia persona.

Una nave in queste condizioni non sarebbe adatta nemmeno per il trasporto di quei poveretti clandestini che affrontano il mare sulle carrette nel tentativo di incontrare una vita più dignitosa e che spesso trovano la loro tragica fine.

Aggiungo che nei bagni non ho trovato la carta igienica e sedersi su questi divani è un insulto alla dignità dell’uomo.

Mi chiedo anche quanto possano essere efficienti gli strumenti dedicati alla sicurezza delle persone!

Io non viaggerò mai più su Tirrenia finchè non assisterò ad un deciso cambiamento in positivo, ma lo dirò anche a molta altra gente.

Il mio consiglio è di rivedere adeguatamente il riassetto di questa nave prima di utilizzarla al trasporto di persone.

Pierstefano Vernaschi
info@navigareinamicizia.com

Pillole autobiografiche: Biologo, fotografo, scrittore, velista, motociclista, paracadutista, amante della vita e della bellezza, della natura e della donna, della pace, del rispetto, dell'onore, della coerenza, del lavoro, del mondo, della creatività, della gentilezza, dell'onestà... e naturalmente della VELA

1 Comment
  • BRUNO
    Posted at 13:29h, 27 Giugno Rispondi

    CARO VIAGIATORE NON ESSERE INDIGNATO DI VIAGIARE CON TIRRENIA MA LE CONDIZIONI DELLA ATUALI SON DOVUTE AI PASSEGERI CHE NON RISPETANO LE COSE ALTRUI PERCHE IO VIAGIO DA ANNI COMPRESE LE NUOVE NAVI I PASEGERI SPORCANO DAPERTUTO PASTICIANO LE CABINE STACANO PERSINO I BORDI DEI TAVOLINI BUTANO NEI LAVANDINI OGNI PORCHERIA POSIBILE SICURAMENTE LO FARANO ANCHE A CASA CI PUO ESERE QUALCHE COSA DA ADEBITARE ALLA TIRRENIA MA LE NAVI ERANO PERFETAMENTE NUOVE UN ASIDUO VIAGIATORE TIRRENIA

Post A Comment