Navigare in Amicizia | Progetto Un mare di Gioia-Una scuola di vita [comunicato stampa della Marina Militare Italiana]
7021
post-template-default,single,single-post,postid-7021,single-format-standard,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Progetto Un mare di Gioia-Una scuola di vita [comunicato stampa della Marina Militare Italiana]

Progetto Un mare di Gioia-Una scuola di vita [comunicato stampa della Marina Militare Italiana]

PROGETTO “UN MARE DI GIOIA, UNA SCUOLA DI VITA” DELLA ONLUS PHILOS -ACCADEMIA PEDAGOGICA IN FAVORE DEI RAGAZZI AFFETTI DA AUTISMO

 

COMUNICATO STAMPA

Mercoledì 20 febbraio 2019, alle ore 14:30 a Genova, presso la sede dell’Istituto Idrografico della Marina Militare in Passo dell’Osservatorio nr.4, verrà svolta la conferenza stampa per il lancio del progetto dell’associazione PHILOS e di Velagenova, ASD Navigare in Amicizia  “UN MARE DI GIOIA, UNA SCUOLA DI VITA” che prevede lo svolgimento di una crociera itinerante in barca a vela da Sanremo a Trieste nei mesi di aprile e maggio, in favore di ragazzi affetti da autismo. Una staffetta per dimostrare che l’autismo UNISCE ragazzi, città, passioni, esperienze di vita.

Mercoledì 20 febbraio 2019, alle 14:30, presso l’Istituto Idrografico della Marina Militare a Genova, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione del progetto “Un mare di gioia, una scuola di vita”, nato con lo scopo di aiutare i giovani affetti da sindrome autistica attraverso lo strumento della navigazione.

L’iniziativa si concretizzerà il prossimo 19 aprile con lo svolgimento di una navigazione in barca a vela, durante la quale si percorrerà il periplo della penisola italiana partendo dalla città di Sanremo e arrivando nel porto di Trieste nella terza decade di maggio.

Durante la conferenza, tenuta dalla Dott.ssa Simonetta Lumachi, socia fondatrice dell’associazione PHILOS, dalla Dott.ssa Laura Cerri e Dott. Andrea Contini di Velagenova e dal Sig. Ugo Parenti, socio fondatore dell’associazione “Pronto soccorso Autismo”, si parlerà dell’uso del mare e della barca a vela come spazio fisico e mentale aggiuntivo agli ordinari luoghi specializzati di cura e trattamento della disabilità, stimolando i giovani partecipanti ad essere se stessi in un ambiente accogliente, stimolante e ricreativo, adattandosi al contempo alle esigenze della navigazione ed ai limiti imposti dagli elementi circostanti.

La navigazione, toccherà in totale 31 porti italiani dei quali 16 vedranno l’imbarco dei ragazzi coinvolti nel progetto con imbarchi di tre giorni (due notti) per ogni gruppo.

L’Istituto Idrografico della Marina Militare, oltre ad ospitare la conferenza stampa, supporterà l’iniziativa con la donazione dei documenti nautici necessari alla navigazione in sicurezza, del “giornale di bordo”, che verrà compilato dai ragazzi partecipanti durante la campagna, e con la realizzazione di una attestato di partecipazione che sarà consegnato ai “giovani marinai” al termine di ogni tappa.

APPROFONDIMENTI

L’associazione Philos-Accademia Pedagogica

L’associazione Philos-Accademia Pedagogica (no-profit con sede a Genova, nasce con lo scopo di ricercare e sviluppare il benessere psico-fisico e le risorse interne dell’individuo, tramite un impegno attivo in molteplici aree di intervento, ma in particolare offrendo professionalità e tecniche psicoeducative AVANZATE nel campo dell’AUTISMO, mediante progetti mirati e personalizzati (al singolo soggetto e all’intera famiglia) ed alla formazione di tutte le figure professionali e familiari che ruotano intorno ad esso.

Philos conta più di 200 famiglie associate e svolge attività psicopedagogiche per bambini dai 2 anni agli adulti sopra ai 50 anni, con diagnosi nello spettro autistico o con difficoltà relazionali o epilessie di varie ordine e grado.

I laboratori sono strutturati al fine di creare momenti di scambio emotivo- relazionale e di interazione reciproca tra gruppi misti di bambini e ragazzi autistici e normotipici.

All’interno dei laboratori i bambini/ragazzi svolgono le attività con l’aiuto di un gruppo specializzato di educatori e di professionisti.

Velagenova, ASD Navigare in Amicizia

La barca a vela Pole Pole viene utilizzata per progetti di Velaterapia nell’ambito della disabilità e del disagio sociale. La ASD Navigare in Amicizia persegue lo scopo di aggregare le persone seguendo lo spirito del proprio Statuto che comprende: il rispetto delle persone, il rispetto del mare e ambiente circostante, scopo no profit, orientamento sportivo, orientamento culturale e progetti sociali.

Il Progetto: “Un mare di gioia, una scuola di vita” –  Viaggio Sanremo-Trieste in barca a vela.

Il viaggio nasce dalla collaborazione dell’associazione PHILOS con Velagenova, ASD Navigare in Amicizia e prevede appunto il periplo della penisola italiana da Sanremo a Trieste sulla barca a vela “Pole Pole”, un Bavaria 41, con il fine di offrire una splendida esperienza di viaggio a diversi ragazzi e ragazze (con diagnosi di autismo) in tutta Italia e al contempo sensibilizzare sul tema dell’autismo. Il viaggio si prefigge di unire quindi aspetti pedagogici, sociali, culturali e scientifici.

La Navigazione suddivisa in imbarchi staffetta di tre giorni (due notti) per ogni gruppo che comprenderanno circa 31 tappe.

La barca a vela offre infatti la possibilità di sintonizzarsi con l’ambiente esterno circostante, terra, cielo e mare, permettendo ritmi di vita più lenti e tranquilli rispetto a quelli abituali ove è possibile ascoltare il rumore del vento e del mare e permettendo una maggiore concentrazione consolidando la capacità di attesa. Si impara ad utilizzare al meglio il poco spazio a disposizione e ad organizzare le proprie attività adattandosi alle esigenze della navigazione ed ai limiti imposti dagli elementi circostanti. Si impara a ridurre il consumo dell’acqua, ad alimentarsi in modo sano e leggero riducendo la produzione di rifiuti.

Le uscite in mare hanno una funzione riabilitativa dal punto di vista psicofisico e sociale grazie alle attività fisiche che si compiono e ai movimenti che suscitano emozioni utili allo svolgimento delle manovre dell’equipaggio impegnato a condurre l’imbarcazione. Le uscite in mare saranno pertanto occasioni di apprendimento e condivisione, con uno spirito orientato al piacere e al divertimento dei ragazzi.

Una staffetta per dimostrare che l’Autismo UNISCE ragazzi, città, passioni, esperienze di vita

PROGRAMMA

P a r t e n z a

19 Aprile

D u r a t a

40 giorni (circa)

T R A G I T T O

16 tappe con i ragazzi ■

Sanremo,

Loano

Loano,

Genova

Genova,

Lavagna

Lavagna,

Lerici

Lerici,

Marina di

S. Vincenzo

Marina di

S. Vincenzo,

Grosseto

Grosseto,

Porto Ercole

Porto Ercole,

Civitavecchia

Civitavecchia,

Roma

10°

Roma,

Gaeta

11°

Gaeta,

Napoli

12°

Napoli,

Salerno

13°

Salerno,

Marina

Casal Velino

14°

Marina

Casal Velino,

Cetraro

15°

Cetraro,

Tropea

16°

Tropea,

Messina

17°

Messina,

Porto Etna

18°

Porto Etna,

Rocella

Jonica

19°

Rocella

Jonica,

Crotone

20°

Crotone,

Leuca

21°

Leuca,

Brindisi

22°

Brindisi,

Polignano Mare

23°

Polignano Mare,

Vieste

24°

Vieste,

Termoli

25°

Termoli,

Pescara

26°

Pescara,

S. Benedetto

del Tronto

27°

S. Benedetto

del Tronto,

Ancona

28°

Ancona,

Rimini

29°

Rimini,

Ravenna

30°

Ravenna,

Caorle

31°

Caorle,

L’Istituto Idrografico della Marina

L’Istituto Idrografico della Marina, fondato a Genova nel 1872, con sede a forte San Giorgio, costruito su uno dei bastioni della cerchia muraria cinquecentesca, è responsabile del servizio idrografico nazionale e della produzione di tutta la documentazione nautica ufficiale, sia cartacea che digitale, relativa ai mari italiani.

Organo Cartografico dello Stato ed Ente della Marina Militare, l’Istituto ha il compito di concorrere alla sicurezza della navigazione, sia militare che mercantile, alla difesa della nazione e alla conoscenza e valorizzazione di tutto ciò che riguarda il mare, dal punto di vista tecnico, scientifico, ambientale e culturale.

A tali fini, opera fondamentalmente in quattro settori:

–      attività di campagna e di ricerca idro-oceanografica (nelle acque italiane, in quelle mediterranee e in quelle oceaniche);

–      redazione di normativa tecnica di riferimento per la sicurezza della navigazione;

–      produzione e aggiornamento di tutta la cartografia e la documentazione nautica ufficiale;

–      formazione del personale idrografo, sia militare che civile (anche proveniente da altri paesi, in un’ottica di collaborazione internazionale e di capacity building di professionalità specifiche).

L’area di competenza copre una superficie di oltre 550.000 chilometri quadrati di spazi marini (una volta e mezza la superficie del paese), in relazione a uno sviluppo costiero superiore ai 7.800 chilometri, in una regione di estremo interesse strategico, situata al centro del Mediterraneo e alla confluenza delle principali rotte marittime internazionali.

 

Pierstefano Vernaschi
info@navigareinamicizia.com

Pillole autobiografiche: Biologo, fotografo, scrittore, velista, motociclista, paracadutista, amante della vita e della bellezza, della natura e della donna, della pace, del rispetto, dell'onore, della coerenza, del lavoro, del mondo, della creatività, della gentilezza, dell'onestà... e naturalmente della VELA

No Comments

Post A Comment