Navigare in Amicizia | Crociera “Le 4 OCCHIATE a PortoVenere
6132
post-template-default,single,single-post,postid-6132,single-format-standard,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

Crociera “Le 4 OCCHIATE a PortoVenere

Crociera “Le 4 OCCHIATE a PortoVenere

…Salgono a bordo di Melina amici , una coppia per un weekend e l’altra per 4 giorni. Così sarà la crociera che faremo lasciando il Porto di Genova  per orientare la prua verso La baia di Portofino. L’armonia è sempre la nota che contraddistingue l’atmosfera del nostro equipaggio ed anche questa volta la parola chiave è : L’AMICIZIA!

Pezzi di focaccina ligure , pomodorini freschi e un vaso di pesto fresco appena acquistato sono gli ingredienti della nostra cambusa accompagnati da un vinello bianco Vermentino per onorare i nostri palati ansiosi al momento della cena in pozzetto! Vento assente, mare calmissimo e sole molto caldo ci costringono a “smotorare” ma il venticello che colpisce le nostre guance affievolisce la calura contribuendo ad abbrostolire la pelle. …e giu’ litri di acqua che ci reidrata.

Non possiamo fare a meno di tuffarci nelle acque limpide di Paraggi dopo una rapida visita alla piccola baia di Portofino affollata dal solito panfilo e da uno Swan 100, eterno frequentatore del luogo sovrastato dalle lussuose ville a mò di castelletto. Noi ci accontentiamo refrigerandoci nell’acqua densa di plancton dopo aver dato fondo con l’ancora che scende giu’ nel blu alla profondità di 25 metri, così il calumo misurerà almeno 45 metri per sicurezza.

Riprendiamo la rotta e giungiamo al porticciolo di Chiavari dove tra un colpo d’occhio alla partita Francia -Portogallo e quattro chiacchiere si fa tardi e stanchi guadagnamo la cabina, ma qualcuno , proprio per il caldo preferisce dormire in pozzetto, tanto c’è una comodissima cuscineria che invita farlo. Il giorno dopo la nostra prua è puntata su Porto Venere e questa località sorprende sempre attraendo il navigante con la sua sontuosa cattedrale posta sulla rocca tra la terraferma e l’isola del Tino che ci prefiggiamo di visitare circumnavigandola l’indomani. Il paesino ci invita a fare una passeggiata ! Devo dire che l’ormeggio al porticciolo è piuttosto caro ma ben attrezzato e ben servito dalla direzione mista privata-comunale.

Qui la coppia Beata e Domenico, un pò tristemente ci lascia per motivi di lavoro e rimaniamo in 4 a navigare lungocosta intorno all’isola prima di gettare di nuovo l’ancora sul fondo sabbioso a ridosso delle rocce rosse come si vede nel filmato. Un bagno, un pranzetto, un relax e poi rientro a Genova con un vento di SW di 14-15 nodi che spinge generosamente Melina al lasco. Ci basta aprire il genoa per veleggiare ad una velocità di circa 6,5 nodi.

Abbiamo incontrato nuovi amici ed esplorato alcuni tratti della costa ed è stato molto bello tanto che abbiamo deciso di ripetere presto quest’esperienza prossimamente!

Pierstefano Vernaschi
info@navigareinamicizia.com

Pillole autobiografiche: Biologo, fotografo, scrittore, velista, motociclista, paracadutista, amante della vita e della bellezza, della natura e della donna, della pace, del rispetto, dell'onore, della coerenza, del lavoro, del mondo, della creatività, della gentilezza, dell'onestà... e naturalmente della VELA

No Comments

Post A Comment